venerdì 31 agosto 2012

Ho paura

Lunedì riprendo il lavoro, e sarà una giornata molto lunga, e vedrò e rivedrò molte persone... e ho paura.

Andrò a scuola al collegio dei docenti dove incontrerò decine di colleghi, alcuni che mi sono stati vicini, altri che mi hanno chiamata, altri che mi hanno mandato messaggi, molti che sono venuti al funerale di Fedra... altri che non ho visto o sentito affatto.
Ho paura dei loro sguardi di commiserazione, delle frasi di circostanza, delle scuse "non ce l'ho fatta a venire", "non ti ho chiamata perchè non avrei saputo cosa dirti", "non sapevo...".
Ho paura di dover risentire e ripetere le solite frasi, di dover tornare con i pensieri indietro, di riaprire la ferita che non si è mai richiusa, di sentire qualcosa che farebbe uscire il mio pessimo carattere e mi facesse arrabbiare... vorrei andare al collegio dei docenti e diventare invisibile a tutti, starmene in un angolino e non parlare con nessuno, non sentire nessuno, non dover rispondere a nessuno... ma non sarà così e ho paura...

Al pomeriggio inizierò gli incontri di aggiornamento nella "famiglia" delle insegnanti di religione della diocesi. Ancora incontri, ancora sguardi, ancora attenzioni e chissà... ancora domande, ancora risposte da dare... Sarò ancora tra persone che mi sono state vicine in ben altro modo, che hanno tanto pregato per Fedra e per me, che mi hanno chiamata, che mi hanno mandato messaggi, molte sono venute al funerale di Fedra...  ma anche lì vorrei essere invisibile e stare in un angolino, ascoltare una lezione e prendere appunti... ma non sarà così e ho paura....

Vorrei avere più forza, vorrei che la mia fede fosse tale da saper superare lo strazio che sento sempre più forte, vorrei essere una brava mamma per Fedra, una mamma che si comporta bene e dimostra di aver accettato quanto il Signore ha disposto per lei, vorrei tante cose ma la verità è che ho ancora addosso tanta tristezza e tanta paura. Che Dio mi aiuti.

17 commenti:

Mirta - Luce nel cuore ha detto...

Cara Renata il Signore è la nostra forza!!

░░░░░░░░▓██▓
░░░░░░░██▓█▓█
░░░░░░█▓▓█▓█▓█
░░░░░ █▓▓▓██▓▓█
░░░░░█▓▓▓██▓▓▓█
░░░░░██▓▓██▓▓██
░░░░░░████████░▄
░░░░░░░██████░██
░░░░█▄░░██ █░████
░░░░███░░██░██ ██
░░░░░░███ ██ ████
░░░░░░░/░_)██
░░░░░░ /░ /██
________/░(____)
░░░░░░░░(____)
░░░░░░░░(____)
¯¯¯¯¯¯¯¯¯¯(____)
░░░░░░░░██
░░░░░░░░██
────╖░╓─────╖░╓────╖
║▒╓──╜░║▒╓─╖▒║░║▒╓╖▒║
║▒╙─╖░░║▒║▒║▒║░║▒╙╜╓╜
║▒╓─╜░░║▒║▒║▒║░║▒╓╖╙╖
║▒║░░░░║▒╙─╜▒║░║▒║║▒╙╖
╙─╜░░░░╙─────╜░╙─╜╙──╜
╓─╖░╓─╖╓─────╖░╓─╖░╓─╖
║▒║░║▒║║▒╓─╖▒║░║▒║░║▒║
║▒╙─╜▒║║▒║▒║▒║░║▒║░║▒║
╙─╖▒╓─╜║▒║▒║▒║░║▒║░║▒║
░░║▒║░░║▒╙─╜▒║░║▒╙─╜▒║
░░╙─╜░░╙─────╜░╙─────╜

Anna ha detto...

La forza te la dara' 1 angelo da lassu': veglia e vegliera' sempre su di voi!!! vvb

Lina ha detto...

Se le persone che ti circondano hanno un po' di sensibilità ti lasceranno in pace, non ti chiederanno nulla, al massimo un piccolo gesto affettuoso. Se non hai voglia di parlare se ne accorgeranno e non faranno domande. Non preoccuparti Renata, passerà in fretta anche questa.

Sara ha detto...

Cara,
ho sempre letto quello che hai voluto condividere con noi,ma non me la sentivo di partecipare. Ero veramente triste per te, ma dirlo mi sembrava "insignificante" (spero che tu riesca a capire quello che intendo).
Bbisogna farsi forza e spesso da sole. E' un dolore che porterai sempre dentro di te e lo realizzarai tra un po' di tempo. Bisogna cercare di andare avanti alla meno peggio.
Hai tante persone che ti sono vicine... almeno con il pensiero.
Io sono una di quelle.
Un abbraccio

Etoile ha detto...

Purtroppo queste sono situazioni inevitabili alle quali bisogna per forsa , momenti dove ti sentirai debole ma che ti renderanno più forte nel affrontare la vita a venire........far buon viso a cattiva sorte in questo caso mi sembra inopportuno e impossibile, ma devi farcerla, ti auguro un buon rientro e coraggio, un bacione!

Bijouxmania ha detto...

oh come ti capisco, parlarne e riparlarne sarà un calvario, pensa però anche che le persone che ti troverai di fronte magari non sanno cosa dire e come coportarsi perciò ti faranno la solita banale frase di circostanza "come va?" ma credimi anche loro saranno a disagio, cosa le dico? e se non le dico nulla se la prenderà? porta pazienza siamo umani, un bacione

supernonnaRosa ha detto...

Ciao Renata e.. un abbraccio che dica tutto.
Rosa

Betti Bijoux ha detto...

Andra' tutto bene. Ti voglio bene!

Rosita ha detto...

Cara Renata,
lo dico sempre, con che coraggio io parlo quando non vivo il tuo strazio, che ne so io, forse a volte anche io, ho avuto timore pensando come chi non ti ha ancora cercato..."e che cosa le dico? come lenire un dolore così grande, io mio figlio l'ho accanto a me!" e "ho paura di dire qualcosa di sbagliato e lo sappiamo bene tesoro mio, permettimi di confidartelo con l'affetto che avrei per una mia sorellina (io non ho sorelle, ma una come te mi piacerebbe tanto, forse per questo ti voglio così bene oltre che per essere la mamma di Fedra), non te le lasci passare sopra e ribatti e lotti senza mezze misure per le ingiustizie, per quello in cui credi e a volte, sì ti arrabbi pure, ma è quello che hai sempre fatto per vincere i tanti ostacoli che hai trovato nella tua vita con Fedra.
Fedra non avrebbe vissuto così se non avesse avuto una mamma come te, sei stata preziosa proprio col "tuo carattere battagliero"... e anche io tutte le volte che ti ho scritto col cuore in mano ho temuto..."Renata che dirà? l'aiuterò, penserà: "che ne sa Rosita non è capitato a lei, sono solo parole...", o magari vorrebbe solo essere lasciata in pace, non riaprire centomila volte questa ferita troppo dolorosa!
Eppure non mi sono fermata ho agito come se fossi stata vicina a me.. potevo stare zitta, ma il mio cuore voleva abbracciarti e così lontane abbiamo solo le parole per tentare di starti vicine...
In questo momento il tuo dolore per la tua piccola è grande immenso, vorresti solo stare in un angolo a ricordarla, a ricostruirti, a ritrovarti perchè fino ad ora la tua vita ha avuto come centro la tua Principessa, senza dover dar conto agli altri.
Mi sembra di capire che l'inizio con i bambini non ti spaventa.., loro sanno capire, sono spontanei, anzi ti permetteranno di dare... come hai sempre fatto..
..sono gli altri momenti le riunioni, i docenti, i genitori, ognuno anche chi non ha avuto il coraggio di farsi vivo prima o non ha saputo, realmente o come scusa, vorrà confortarti, magari ci saranno anche "frasi di circostanza" come dici, ma non temere di essere commiserata... ..anche in loro ci sarà la paura di non sapere confortare una mamma che ha avuto il cuore spezzato dal dolore più grande che una mamma può sopportare..., inoltre di fronte alla morte di un giovane ogni mamma e padre si trova in faccia alla paura più grande di una realtà che nessun genitore vorrebbe mai dover vivere...
(prosegue in un altro commento perchè accetta max 4096 caratteri)

Rosita ha detto...

proseguo...

I sentimenti degli insegnanti che ti avvicineranno saranno tanti, forse troverai anche chi è ipocrita.. vai oltre, ci sono anche loro, e di più non possono fare!
Quanto si perdono della vita, pensa alla spontaneità di Fedra, al suo candore, al suo sorriso quanto comunicava agli altri.. tanto da far innamorare di lei chi è al di là di uno schermo!
Non te l'ho mai detto, ma guardando le foto che hai pubblicato recentemente vi rassomigliate molto e sai dove in particolare? nel sorriso...
e poi molti ricordi delle tue colleghe andranno a Fedra, sicuramente hanno avuto il piacere di conoscerla, ci sarà in loro tristezza, dolore, ma anche il piacere dei ricordi di momenti con lei gioiosi..
Non avere paura, vai all'incontro affidandoti al Signore e con la tua bimba nel cuore... abbi tu compassione di chi non è stato capace di farsi vivo, di chi non è capace di provare empatia e può solo esprimere frasi di circostanza.
Sicuramente non saranno momenti facili, neanche per loro, il dolore si rinnoverà per te, però Fedra sarà con te, sii te stessa Renata e affidati al Signore.
In quanto alla brava mamma, lo sei stata per tutta la vita di Fedra, con gli sbagli dettati dal troppo amore o dalla stanchezza, ma questo i nostri figli lo capiscono, e lo sei anche adesso tesoro mio, credimi.
Affidati al Signore e a Fedra perchè adesso lei è vicina alla Madonnina che la protegge e prega che ti illumini nel tuo cammino... Lo sai cosa mi piace pensare che quando vai in giro tu non lo sai, ma dietro di te ci sono due ombre...(indovina di chi è la seconda?) ne sono sicura e ti accompagnerà per tutta la vita.
Se il Signore ti ha costretta ad affrontare un dolore così grande ti darà anche la forza per affrontarlo, ma purtroppo ci vorrà tanto tempo.
Quindi Renata chiedi al Signore che ti dia la forza per riprendere le tue attività...Fedra sarà accanto a te e questa volta sarà LEI che aiuterà te ad affrontare la vita!
Perdonami non so se quello che ti ho scritto ti aiuterà o ti sembrerà scontato come le mille frasi di conforto che io ed altre amiche ti abbiamo detto in questo periodo, ma mi viene dal cuore e mi sento di dirtelo, perchè ti voglio bene e quello che ho scritto lo sento..
Se potesse esserti stata d'aiuto anche solo una frase sarei contenta...
Ti voglio bene Rosita

Cinzia ha detto...

sarà dura e difficile...ma hai sempre un dolce angioletto al tuo fianco!!cerca di esser forte....e se avrai voglia di urlare BASTA,fallo....sapranno capire il tuo dolore!! io ti abbraccio forte e spero che la tua paura si affievolisca al più presto!!

I Bijoux di Rossella ha detto...

La tua paura è più che comprensibile e più che giustificata .... sarà dura, ma, come ha scritto Loredana, anche chi ti troverai di fronte probabilmente non saprà che dire ... e ripiegherà nella banalità. Le persone più sensibili non ti chiederanno nulla, ma anche se tutte si comportassero così, sarebbe dura ugualmente. L'unica cosa che mi sento di dirti è che lassù c'è un Angelo che segue ogni tuo passo, che dà forza ad ogni tuo gesto ... non smetterà ora, come non smetterà mai. Un bacio

Giorgia D'Ignoti ha detto...

Cara zia, ti abbraccio forte.
Ti voglio bene.

Ale ha detto...

Condivido le parole di tutti...
La paura è normale. Chi vive con un dolore così grande, non ha bisogno di parole... Basterebbe un abbraccio...
Hai vicino Fedra che ti darà la forza per continuare... il tuo cammino!!!
Con affetto,
Ale

Cinzia ha detto...

Cara Renata ricordati, come ti ho già detto, che qualunque decisione tu prenda sarà quella che ti farà stare meglio!!!!!
E poi perchè diventare invisibile? Gli altri invidieranno sempre la forza di quelle persone che sono riuscite a sopravvivere e navigare dentro una tempesta emotiva della propria vita, è questo che ci rende forti e uniche!
Alla faccia di tutti......
Baci
Cinzia

gianna ha detto...

Cara, dolce Renata, vorrei tanto poterti dire di non avere paura o che non ne avrai. Sarei una bugiarda. Posso solo dirti di continuare ad essere te stessa e non preoccuparti se ti viene da sorridere o da arrabbiarti con qualcuno: fallo e basta... E ricordati sempre che sei stata e lo sarai sempre una mamma speciale ed esemplare... Non sono parole di circostanza le mie ma sincere... Ti conosco da poco ma ho potuto apprezzare la donna che sei.Ricordati sempre di non sentirti mai in colpa per niente, neanche se vuoi continuare la tua vita. A volte le mamme che devono superare questa prova così difficile si sentono in colpa per essere "sopravvissute" ai propri figli, ma è sbagliato. Il Signore a volte ci dà delle prove che non possiamo comprendere, ma dobbiamo affidarci completamente a Lui e Lui saprà guidarci e consigliarci come fare. Ti voglio bene zia Cocci. Ritorna a sorridere e a vivere perchè non è "peccato"

Delfiniumcreations ha detto...

<3